Accueil / Traductions / Italiano / Editoriale aprile 2020

Editoriale aprile 2020

Di Abigaïl Bassac
ha conseguito un master alla Scuola Pratica di Studi Superiori (sezione di scienze religiose) e ne sta conseguendo un altro, in teologia, a Ginevra. È coordinatrice tecnica per l’insegnamento a distanza dell’Istituto Protestante di Teologia e caporedattrice di Évangile et liberté.

Traduzione di Giacomo Tessaro

“Cristo è resuscitato! È veramente resuscitato!” In questo mese di Pasqua, la resurrezione è al centro di tutte le predicazioni. Non andremo al tempio o in chiesa, perché non è consentito riunirsi, ma potremo ascoltare le predicazioni alla radio o su Internet. Come fare perché questa proclamazione abbia un senso per noi? Inconcepibile resurrezione… Questo è il titolo che Henri Persoz, già membro del nostro comitato di redazione, aveva dato a uno dei suoi libri. È davvero una sfida per il pensiero trovare un modo di parlare di resurrezione che sia ancora significativo per noi oggi. Certo, alcuni credono che la resurrezione sia un termine che designa il ritorno alla vita dopo la tappa della morte biologica, ma non dobbiamo dimenticare chi non trova senso alcuno in tale idea, e non dobbiamo pensare che siano uomini di poca fede.

I vangeli non tentano di dimostrare la resurrezione, ne raccontano gli effetti: allora, perché non narrare storie di resurrezione? Nel nostro confino, raccontiamo storie di resurrezione, a noi, a chi condivide il nostro quotidiano tra quattro mura, per telefono, attraverso Internet.

Le persone a cui in passato è stato detto di essere meno di zero, e che ci hanno creduto, ma che oggi sono realizzate e in pace con se stesse e con la loro vita, raccontino la loro resurrezione. Le persone che hanno subìto violenze sessuali, e che oggi sono ancora capaci d’amore e di desiderio, raccontino la loro resurrezione. Le persone che hanno perduto qualcuno di caro, che hanno avuto la sensazione che la terra li inghiottisse, e che tuttavia hanno voluto vivere ancora, raccontino la loro resurrezione.

Non facciamo della resurrezione una incomprensione che appartiene al passato, lasciamo che abbia il posto che si merita nella nostra vita, oggi.

Don

Pour faire un don, suivez ce lien

À propos Gilles

Avatar
a été pasteur à Amsterdam et en Région parisienne. Il s’est toujours intéressé à la présence de l’Évangile aux marges de l’Église. Il anime depuis 17 ans le site Internet Protestants dans la ville.

Laisser une réponse

Votre adresse email ne sera pas publiéeLes champs requis sont surlignés *

*

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.