Accueil / Traductions / Italiano / Natale è la festa dell’incarnazione

Natale è la festa dell’incarnazione

Ma parlare di incarnazione per tradurre una parte essenziale del messaggio di Natale è dire molto di più. I racconti della natività nei vangeli di Matteo e Luca (non li troviamo in Marco e Giovanni) annunciano una nascita miracolosa. Non basta vedere cosa dicono questi testi, che ci paiono spesso leggendari, ma dobbiamo capire cosa vogliono dirci quando si esprimono in quel modo. Vogliono dirci che in Gesù noi possiamo scoprire attraverso un uomo una realtà decisiva: Dio, o più esattamente, la Parola di Dio. Tale è la verità dell’incarnazione per noi. Questa incarnazione riguarda ogni profeta la cui vocazione è precisamente, attraverso le epoche e i libri biblici, vedere al di là, farci capire la Parola di Dio. Ecco perché il loro messaggio è frequentemente introdotto da queste parole: “Così parla l’Eterno.” Gesù è allora un profeta tra i profeti; per noi, il profeta. Si ha troppo spesso l’impressione che il fatto di considerare Gesù un profeta significhi svalutarlo. Al contrario. Cosa c’è in effetti di più importante di confessare che in Gesù – proprio perché è un profeta – io vedo la Parola di Dio per eccellenza, e questo per il fatto che egli la incarna in verità?

Don

Pour faire un don, suivez ce lien

À propos Évangile et liberté

.Evangile-et-liberte@evangile-et-liberte.net'

Laisser un commentaire

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.