Accueil / Traductions / Italiano / PAROLE CHE DANNO FASTIDIO : Conversione

PAROLE CHE DANNO FASTIDIO : Conversione

Le varie parole adoperate nella Scrittura per parlare di conversione ne rivelano tutta la complessità. Per l’ebraico l’idea principale è quella di rigirarsi; i racconti ci invitano a vederlo tutt’insieme come un riorientamento dell’esistenza, un rovesciamento interno, una scossa che ti mette sottosopra.

La conversione tipica è quella di Paolo; ma la lettura tradizionale, che la colloca nel momento della sua caduta dal cavallo, dimentica un altro tratto essenziale. Ben cadrà dall’alto delle sue convinzioni, però non conviene dimenticare il conflitto che seguirà e lo condannerà all’oscurità. Ci vorrà l’intervento di Anania che farà capire chiaramente a Paolo quello che si rifiuta a vedere. Tre giorni, o piuttosto tre notti, più l’aiuto di un’altra persone, saranno ancora necessari per riorientare la vita di Paolo.

È probabile che la conversione sia possibile soltanto se preceduta da uno spogliatura. In un campo completamente diverso, non religioso, non vi è più oggi nessuna professione dall’iter tutto tracciato, siamo incitati a « ri »-convertirci, anche più volte, per conservare un posto nella società.

La conversione è il movimento vitale che ci invita a non installarci mai nei nostri timori o nel nostro benessere, è una dinamica che attraversa l’insieme della vita umana, un procedere senza termine.

Don

Pour faire un don, suivez ce lien

À propos Évangile et liberté

.Evangile-et-liberte@evangile-et-liberte.net'

Laisser un commentaire

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.