Accueil / Traductions / Italiano / Quelle parole che non sono amate : Presenza reale

Quelle parole che non sono amate : Presenza reale

Ogni buon protestante crede alla “presenza reale”. Certamente Cristo è “realmente” presente nella Cena. È veramente lì, non è una illusione o una pagliacciata. Del resto quando dice “Là dove due o tre sono riuniti nel mio nome, là sono io in mezzo a loro” noi ci crediamo, e naturalmente noi crediamo che quando ci riuniamo in suo nome Cristo è “realmente” presente, altrimenti la cosa non avrebbe senso.

Quello che noi senza dubbio non crediamo è che questa presenza sia “materiale”; per noi è certamente spirituale, e anche simbolica.

E anche nella sua dimensione simbolica la presenza di Cristo è reale nelle specie. Quando mostro una mia foto, dico “Sono veramente io, sono io in persona”. Ma tutti sanno che quella foto non sono io, è solo una foto. Tuttavia quando i palestinesi hanno preso la bandiera americana per bruciarla, non hanno bruciato che un tessuto, però tutta l’America e la sua politica erano realmente presenti nell’oggetto.

Allo stesso modo, ciò che credono i protestanti è che questa presenza reale non sia intrinseca, ma dipenda dalla disposizione di spirito dei fedeli. Non c’è dunque una “permanenza della presenza reale” e lo Spirito Santo è invocato non sulle specie, ma sui fedeli che lo riceveranno come il corpo e il sangue di Cristo.

Don

Pour faire un don, suivez ce lien

À propos Évangile et liberté

.Evangile-et-liberte@evangile-et-liberte.net'

Laisser un commentaire

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.